ML20_Interni

In una villetta a schiera sui colli abbiamo seguito il progetto e la realizzazione degli interni. Abbiamo scelto uno stile semplice e delle tinte calde del legno come richiesto dalla committenza. Il risultato è un ibrido tra uno stile contemporaneo ed un richiamo alla tradizione. Il legno d’abete che abbiamo utilizzato, sia massello che listellare, è stato trattato con vernici all’acqua che non rilasciano elementi sintetici nell’aria.

Mobile-parapetto

Il mobile libreria serve anche da parapetto per la scala ed è stato realizzato a misura da un artigiano qualificato.

Il mobile è in grado di resistere alla spinta trasversale grazie ai suoi ancoraggi al solaio e alla struttura in mdf ( legno ricostruito) ad alta densità. La finitura scelta per il mobile è un laminato effetto tessuto in due tonalità, sabbia e tortora, così come lo schienale che si affaccia sulla scala. Le ante del mobile sono push-pull con tutti i meccanismi a scomparsa.

Parapetto

La residenza presenta un affaccio in doppia-altezza sul locale al piano di sotto. Su questo sbalzo abbiamo progettato un sistema semplice, economico e di design, capace di mettere in sicurezza l’ambiente e arredare allo stesso tempo. Il parapetto si compone semplicemente di un telaio in legno di abete verniciato e di un trefolo metallico passante per anelli avvitati. Il risultato è singolare e accattivante oltre che estremamente sicuro.

La strana scala

Questa scala può sembrare singolare e difficile da percorrere, in realtà si tratta di una soluzione iper funzionale che permette di salire di un piano con uno spazio minimo e con grande comodità.

NB: Bisogna partire con il piede giusto!

Questo genere di scale si chiamano “doppio passo” o ” alla marinara”, e permettono di realizzare più gradini nello spazio normalmente occupato da uno.

In particolare questo modello che abbiamo realizzato è ispirato alla scala di Carlo Scarpa per il restauro di Castelvecchio a Verona.

Capisco che a prima vista sembri una stranezza di design, ma non è così. Risulta facile da percorrere ed estremamente sicura. Chiedetelo a chi l’ha provata.!